Archivio mensile:marzo 2013

Come espandere la memoria del telefono

Come espandere la memoria del telefono
Quando parlo di “espandere la memoria del telefono” mi riferisco all’operazione di aumentare lo spazio all’interno di un cellulare al fine di poterci mettere più materiale possibile. Tra il materiale che può essere inserito rientra certamente foto, musica e altri elementi multimediali, per espandere la memoria si ricorre a delle memorie aggiuntive chiamate “MicroSD“. Ma che cosa sono le MicroSD? Come scrive la stessa Wikipedia non sono altro che delle schede di memoria dalle dimensioni estremamente ridotte, ancora più contenute delle MiniSD Card. Le schede hanno dimensioni 15 × 11 × 1 millimetri e sono disponibili in tagli che partono da 2 MB e arrivano sino a 64 GB. In particole, sono disponibili tre varianti di questo tipo di memorie: le microSD con capacità massima di 2 GB, (le SDSC – Standard Capacity), le microSDHC (SDHC – High Capacity) con capacità fino a 32 GB (che è anche la massima utilizzato per questo dello standard) e infine le MicroSDXC (SDXC – eXtended Capacity) con capacità da 64GB fino a 2 TB. Attualmente sono in commercio microSDXC fino a 64GB di memoria ma entro la fine del 2013 verrà rilasciato il nuovo taglio da 128GB. Lo standard microSD è nato da un formato creato originariamente da SanDisk con il nome di T-Flash, che è in seguito diventato TransFlash. Per inserirle nel telefono è molto semplice infatti si può trovare l’alloggiamento o dietro la batteria oppure di fianco e inserirla dentro grazie all’uso delle mani. Ti ricordo ovviamente che il chip di colore giallo della MicroSD deve aderire con il relativo alloggiamento.

Copyright:

Guida scritta dal Blogger ed esperto informatico Leandro Osmelli di Roma, ogni materiale qui presente non può essere utilizzato, copiato e/o divulgato perchè appartenente al padrone di tale sito. Ciascun utente che eventualmente preleverà il suddetto materiale verrà denunciato alle autorità competenti.

Leandro Osmelli (blogger ed esperto informatico):

Diventa
mio Fan su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Leandro-Osmelli/45705650862?ref=s

Aggiungimi come amico su Facebook:
http://it-it.facebook.com/leandroosmelli1987

Come espandere la RAM

Come espandere la RAM
La RAM è quell’elemento fondamentale del pc, senza una quantità sufficiente di memoria RAM un pc va lento, è obbligatorio quindi installarne una quantità giusta al fine di avere un apparato informatico in grado di garantire velocità, funzionalità e completa operabilità. Quando comprate un pc fisso o un portatile controllate sempre la quantità di RAM installata, maggiore è e maggiore sarà la velocità con cui tale apparato informatico lavora.  Come agire quindi? Il primo passo è ovviamente di recarti nei negozi di informatica e comprare i banchi di RAM che ti occorrono, puoi chiedere all’addetto o al commesso del negozio per farti dire, successivamente dopo averli comprati. Dopo aver compiuto tale operazione ovviamente dovrai installarla, per fare questo estrai delicatamente il pannello laterale del cabinet del tuo pc aiutandoti con un cacciavite, ora deponi il tuo sguardo in alto sulla sinistra, troverai degli aggeggi verticali di colore nero collocati in modo ordinato, alza i dentini in cui è posizionata la RAM in modo delicato ed estrai quelli che sono attualmente presenti i quali molto probabilmente saranno vecchi, ora incastra bene aiutandoti con le mani i banchi di RAM, posiziona prima un angolo o quello alto oppure quello basso, poi segui la linea della RAM per spingerla dentro fino a fondo, sentirai un rumore tipo click per ciascun banco inserito che ti indicherà che la RAM è arrivata ed è stata correttamente posta.

Copyright:

Guida scritta dal Blogger ed esperto informatico Leandro Osmelli di Roma, ogni materiale qui presente non può essere utilizzato, copiato e/o divulgato perchè appartenente al padrone di tale sito. Ciascun utente che eventualmente preleverà il suddetto materiale verrà denunciato alle autorità competenti.

Leandro Osmelli (blogger ed esperto informatico):

Diventa
mio Fan su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Leandro-Osmelli/45705650862?ref=s

Aggiungimi come amico su Facebook:
http://it-it.facebook.com/leandroosmelli1987

Come scoprire informazioni sulle aziende italiane gratis

Come scoprire informazioni sulle aziende italiane gratis
Al giorno d’oggi può essere utile scoprire informazioni gratis sulle aziende italiane e devi sapere che puoi consultare le informazioni che vuoi su di loro. Ovviamente tengo a precisare che nel cui caso tu utilizzassi delle informazioni di una azienda in un modo non consono potresti violeresti la sua privacy, ti invito pertanto assolutamente a non utilizzare in modo errato i dati dell’azienda che eventualmente visualizzerai altrimenti commetteresti un reato che ti potrebbe mandare in carcere. Come penso tu sappia già quando un’azienda apre i battenti deve iscriversi alla Camera di Commercio che è quella Camera del nostro Stato in cui sono registrate tutte le imprese che operano a livello nazionale. Sapendo questo ti occorrerà pertanto semplicemente sfruttare il sito del “Registro delle Imprese“, clicca quindi sul seguente link http://www.registroimprese.it/ricerca-libera-e-acquisto. Adesso non dovrai far altro che riempire i 2 riquadri vuoti che vedi rispettivamente quello di sinistra intitolato “Nome azienda” e quello di destra invece “Regione, provincia, CAP…” e cliccare affianco sul rettangolo intitolato “TROVA“. Se l’azienda che stai cercando fosse iscritta ti uscirà fuori con elencate alcune sue caratteristiche che la contraddistinguono altrimenti no.

Copyright:

Guida scritta dal Blogger ed esperto informatico Leandro Osmelli di Roma, ogni materiale qui presente non può essere utilizzato, copiato e/o divulgato perchè appartenente al padrone di tale sito. Ciascun utente che eventualmente preleverà il suddetto materiale verrà denunciato alle autorità competenti.

Leandro Osmelli (blogger ed esperto informatico):

Diventa
mio Fan su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Leandro-Osmelli/45705650862?ref=s

Aggiungimi come amico su Facebook:
http://it-it.facebook.com/leandroosmelli1987

Come aprire un sito Internet

Come aprire un sito Internet

Esiste nel nostro paese una grandissima quantità di utenti i quali ogni giorno mi chiedono come aprire un sito Internet. Tale guida si rivolge proprio a loro infatti spiegherò proprio questo, tuttavia se dovessi fare una stima precisa non riuscirei nell’impresa di calcolare il numero di richieste che ogni giorno mi giungono, posso comunque dire che alla gran parte di questi utenti ho sempre prospettato la possibilità di utilizzare degli indirizzi secondari per aprirlo e non partire proprio da zero. Infatti iniziare da zero richiederebbe un dispendio di tempo, energia, denaro e conoscenze informatiche di tipo tecnico invece si rivelano molto utili dei veri e propri servizi on-line del tutto gratuiti i quali permettono di aprire un sito web partendo metaforicamente già dallo “scheletro” vale a dire dalla sua ossatura, bisogna nella fattispecie solo personalizzare tramite interfaccia grafica il proprio angolo virtuale rendendolo il più accogliente possibile. Ma come si fa tutto questo? In un mio vecchio manuale parlai del famoso sito denominato Jimdo raggiungibile da qui: http://it.jimdo.com/ ma non è proprio di questo spazio informatico di cui voglio parlare poichè mi occupai tempo addietro di esso. Quello di cui voglio illustrare oggi è il sito “MySiteProject” raggiungibile al seguente link: http://www.mysiteproject.com/signup.php una volta cliccatolo bisognerà semplicemente
riempire tutti i campi visualizzati su schermo (quelli superiori sono riguardanti il sito da creare quelli in basso invece servono per identificare il proprietario che nella fattispecie sarete voi). Dopo aver compilato il tutto e aver confermato l’E-Mail attraverso il link di verifica si potrà iniziare a personalizzare la propria creazione partendo proprio dall’ “ossatura” vale a dire che già la parte grafica può essere scelta ed una volta ottenuta si può operare su di essa aggiungendo elementi di arredo e di colore.

Copyright:
Guida scritta dal Blogger ed esperto informatico Leandro Osmelli di Roma utilizzando totalmente Wikipedia l’Enciclopedia Libera pertanto ogni materiale qui presente credo (NON ne sono sicuro) che possa essere tranquillamente copiato e incollato.
Leandro Osmelli (blogger ed esperto informatico):
Aggiungimi come amico su Facebook:
http://it-it.facebook.com/leandroosmelli1987

Come aprire un sito di scommesse

Come aprire un sito di scommesse

In questa guida ti spiegherò come aprire un sito di scommesse o meglio ti spiegherò per filo e per segno che è impossibile, hai capito bene infatti tutte le tipologie di scommesse sono controllate dalle diverse associazioni dei famosi monopoli di stato, a meno che non si abbia degli agganci politici è proprio impossibile.
I monopoli che ancora esistono nei giochi tipo scommesse e lotto, rendono impossibile percepire le classiche autorizzazioni per avviare una ricevitoria o un punto scommesse, stesso discorso per l’avvio di un nuovo gioco online.
La Presidenza del Consiglio è colei che stabilisce quali sono i nuovi giochi a scommessa e a rilasciare le opportune autorizzazioni. Per le concessioni sui i giochi online e per l’ apertura di punti per la raccolta di scommesse, il governo emana un bando di concorso pubblico riservato a società italianer e straniere che già operano nel settore o nei settori paralleli. L’ultimo di questi concorsi è stato bandito nel 2007, prima chè ce ne possa essere un altro bisognerà aspettare una decina di anni. Comunque è un settore riservato a grandi società di capitali.
I comuni mortali possono aspirare all’apertura di un piccolo punto di raccolta di scommesse, tipo agenzia ippica e lotto, per queste concessioni bisogna chiedere la licenza al comune dove si vuole aprire, che quasi sempre deve essere il comune di residenza. In genere anche questo tipo di licenze vengono concesse tramite concorso pubblico o a chi ne ha già i requisiti (per esempio i tabaccai).

Copyright:

Guida scritta dal Blogger ed esperto informatico Leandro Osmelli di Roma, ogni materiale qui presente non può essere utilizzato, copiato e/o divulgato perchè appartenente al padrone di tale sito. Ciascun utente che eventualmente preleverà il suddetto materiale verrà denunciato alle autorità competenti.

Leandro Osmelli (blogger ed esperto informatico):

Diventa
mio Fan su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Leandro-Osmelli/45705650862?ref=s

Aggiungimi come amico su Facebook:
http://it-it.facebook.com/leandroosmelli1987

Come aprire un sito di vendita

Come aprire un sito di vendita

1 ) Usa il sito “Blomming” recandoti al seguente indirizzo: http://blomming.com/

2 ) Adesso clicca alla tua estrema sinistra sulla scritta “Apri il tuo shop“.

3) Inserisci tutti i campi richiesti che ti appaiono su schermo compilandoli con estrema accuratezza e senza errare mi raccomando!

4) Clicca in basso su “Apri il tuo Shop“.

5) Accedi alla tua E-Mail che hai fornito al momento della registrazione e clicca su quel link.

6) Segui alla lettera tutte le indicazioni presenti su schermo.

7) Avrai creato il tuo sito (angolo) di vendita personale.

Copyright:

Guida scritta dal Blogger ed esperto informatico Leandro Osmelli di Roma, ogni materiale qui presente non può essere utilizzato, copiato e/o divulgato perchè appartenente al padrone di tale sito. Ciascun utente che eventualmente preleverà il suddetto materiale verrà denunciato alle autorità competenti.

Leandro Osmelli (blogger ed esperto informatico):

Diventa
mio Fan su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Leandro-Osmelli/45705650862?ref=s

Aggiungimi come amico su Facebook:
http://it-it.facebook.com/leandroosmelli1987

Come aprire un sito di aste online

Come aprire un sito di aste online

Al giorno d’oggi secondo la mia opinione è praticamente impossibile aprire un sito di aste online infatti bisognerebbe possedere delle conoscenze informatiche a livello più che avanzato! Sono conoscenze che rientrano al di là della bravura tecnica ma che addirittura per certi aspetti la superano! Tuttavia per aprire un sito di aste online bisogna avere secondo me i seguenti requisiti:

– Conoscenze informatiche da esperto del settore informatico;

– Tantissimi soldi e quando dico tantissimi soldi mi riferisco ad un capitale di Euro da investire che può arrivare anche a 1 milione di €;

– Oggetti iniziali su cui poter iniziare l’asta, nel momento in cui si crea un sito di aste è bene partire all’inizio da un quantitativo più o meno elevato di oggettistica da mettere all’asta, la quantità può essere scelta da chi ha intenzione di aprire il sito, in genere consiglio una quantità media per poi arrivare a molti;

– Tra gli oggetti da mettere all’asta consiglio sopratutto oggetti tecnologici i quali vanno per la maggiore ma potenzialmente tutto può essere messo al’asta!

Se proprio dovessi dare siti per creare siti di aste online probabilmente la mia scelta ricadrebbe proprio su Jimdo di cui ti ho parlato in molti dei miei manuali.

Copyright:

Guida scritta dal Blogger ed esperto informatico Leandro Osmelli di Roma, ogni materiale qui presente non può essere utilizzato, copiato e/o divulgato perchè appartenente al padrone di tale sito. Ciascun utente che eventualmente preleverà il suddetto materiale verrà denunciato alle autorità competenti.

Leandro Osmelli (blogger ed esperto informatico):

Diventa
mio Fan su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Leandro-Osmelli/45705650862?ref=s

Aggiungimi come amico su Facebook:
http://it-it.facebook.com/leandroosmelli1987

Come promuovere un video su YouTube

Come promuovere un video su YouTube
Promuovere un video su YouTube è fondamentale al fine di ottenere molte visualizzazioni e al tempo stesso per avere un alto numero di iscritti. Per promuovere uno o più video su YouTube attieniti alle seguenti indicazioni:
Pubblicare il link del proprio video sui gruppi e sullle Pagine in cui c’è una maggiore concentrazione di persone iscritte al fine di ricevere visibilità, preferire se possibile gruppi e Fan Page attinenti al video che si vuole promuovere;
Iscriversi a più canali possibili di YouTube proprio dal canale al cui interno sono presenti i video da promuovere;
Creare un biglietto di carta in cui sopra scriverai il Nickname del tuo canale YouTube e metterlo sui parabrezza delle automobili parcheggiate nella tua città: mi rendo conto che tale idea potrebbe sembrare sciocca, stupida e subdola ma tienila in considerazione al fine di raggiungere un alto numero di visualizzazioni, mi raccomando non esagerare pertanto sii parsimonioso;
Crea una Pagina o un gruppo su Facebook e invita tutti i tuoi amici di Facebook tramite l’apposito invito al fine di aderire e di ottenere visibilità.
Questi sono solo alcuni dei trucchi che mi sento di darti, li considero i principali, è ovvio che ne esistono molti altri.

Copyright:

Guida scritta dal Blogger ed esperto informatico Leandro Osmelli di Roma, ogni materiale qui presente non può essere utilizzato, copiato e/o divulgato perchè appartenente al padrone di tale sito. Ciascun utente che eventualmente preleverà il suddetto materiale verrà denunciato alle autorità competenti.

Leandro Osmelli (blogger ed esperto informatico):

Diventa
mio Fan su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Leandro-Osmelli/45705650862?ref=s

Aggiungimi come amico su Facebook:
http://it-it.facebook.com/leandroosmelli1987

Come leggere contatore Acea

Come leggere contatore Acea
Se fosse un contatore a lettura diretta fai quanto segue:
controlla che la matricola incisa sul contatore corrisponda a quella riportata in fattura e leggi solo le cifre in nero senza considerare quelle in rosso che segnano i litri.
Se fosse un contatore ad orologi agisci facendo quanto segue:
controlla che la matricola incisa sul contatore corrisponda a quella riportata in fattura e leggere solo gli orologi neri.
Si procede leggendo l’orologio delle migliaia (x1000) e poi i seguenti (x100, x10 e x1).
Quindi una plausibile lettura potrebbe essere interpretata nel seguente modo:
x 1000 tra 0 e 1 = 0
x 100 tra 2 e 3 = 2
x 10 tra 2 e 3 = 2
x 1 tra 8 e 9 = 8.

Copyright:

Guida scritta dal Blogger ed esperto informatico Leandro Osmelli di Roma, ogni materiale qui presente non può essere utilizzato, copiato e/o divulgato perchè appartenente al padrone di tale sito. Ciascun utente che eventualmente preleverà il suddetto materiale verrà denunciato alle autorità competenti.

Leandro Osmelli (blogger ed esperto informatico):

Diventa
mio Fan su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Leandro-Osmelli/45705650862?ref=s

Aggiungimi come amico su Facebook:
http://it-it.facebook.com/leandroosmelli1987

Come alzare il volume del pc

Come alzare il volume del pc
Segui la seguente procedura guidata:
– Accendi il tuo computer;
– Attendi che tutti i programmi si siano caricati quindi aspetta il tempo necessario affinchè il tuo pc abbia caricato del tutto il sistema operativo;
– Recati con il mouse in basso all’estrema destra della tua barra delle applicazioni (si trova in basso), troverai proprio in basso a destra l’orologio e altre iconcine, tu fai un click su quella dell’altoparlante;
– Adesso stabilisci il volume alto, ti basterà trascinare il piccolo indicatore (è una barretta) fin dove vuoi al fine di ascoltare se l’audio va bene oppure no;
– Se non dovesse andar bene abbassalo procedendo nello stesso modo ma abbassando l’indicatore.

Copyright:

Guida scritta dal Blogger ed esperto informatico Leandro Osmelli di Roma, ogni materiale qui presente non può essere utilizzato, copiato e/o divulgato perchè appartenente al padrone di tale sito. Ciascun utente che eventualmente preleverà il suddetto materiale verrà denunciato alle autorità competenti.

Leandro Osmelli (blogger ed esperto informatico):

Diventa
mio Fan su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Leandro-Osmelli/45705650862?ref=s

Aggiungimi come amico su Facebook:
http://it-it.facebook.com/leandroosmelli1987